LAVAGGIO DIVANI MILANO, MONZA, VARESE, COMO, NOVARA, LECCO, PAVIA, BERGAMO, BRESCIA

 

POSA DELLA MOQUETTE

In questa guida vedremo come realizzare la posa della moquette. La posa può essere eseguita su qualunque pavimento, qualunque esso sia. La cosa importante per effettuare una posa su un pavimento è che esso sia livellato e privo di crepe. Prima del montaggio della moquette occorre verificare che il fondo presente si trovi in condizioni ottimali: che sia piano, consistente, indeformabile e assolutamente asciutto. L’umidità è uno dei maggiori nemici di qualunque pavimentazione e quindi anche della moquette perché genera muffe che si annidano nel tessuto e provocano cattivo odore ed un igiene insufficiente.Solamente così si può effettuare la posa.

  

POSA DELLA MOQUETTE: SCELTA E PREPARAZIONE

Quando si intende rivestire di moquette una stanza bisogna, lnnanzi tutto, valutare quale tipo di copertura conviene impiegare ed esaminare se il fondo è adatto a riceverla cosi come si trova oppure non siano necessari alcuni lavori preparatori.

 

POSA DELLA MOQUETTE: TIPI DI MOQUETTE

l tipi e le versioni di moquette in commercio sono molto numerosi ma si possono raggruppare In tre grandi famiglie.

Gli Agugliati: Molto compatti e resistenti. Non hanno un sottofondo e sono a pelo molto corto o rasato. Adatti per ambienti ad alto pedonamento, come Ingressi, corridoi , uffici. Si trovano In rotoli da 2 e da 4 metri di larghezza.

l Velour: Dotati di sottofondo robusto in juta o in lattice , presentano un mantello con i ciuffi diritti In pelo di vario spessore. Molto morbidi e cedevoli , sono delicati ed adatti per ambienti a basso pedonamento come camere da letto ecc. ln rotoli da 4 e 5 metri.

I Bouclé: Dotati di sottofondo resistente in lattice o in iuta, hanno i ciuffi ricurvi e particolarmente morbidi e cedevoli. Adatti a locali diversi , sono eleganti e durevoli. Vendute in rotoli alti 4 o 5 metri.

Vedi anche: Moquette

Quando acquistate una moquette informatevi sulle caratteristiche specifiche dei diversi tipi. Sui campionari sono riportati dei simboli( internazionali) che indicano le proprietà delle diverse moquette ed il loro impiego

La qualità più importante che si deve richiedere e pretendere da una moquette è quella di essere adatta al tipo di passaggio che avverrà su di essa. E’ evidente che tra il traffico di una camera da letto di un’abitazione privata e quello di un corridoio di un grande albergo vi è una differenza enorme. Ed è altrettanto evidente che una moquette che per la camera da letto si rivela ottima, per il corridoio di un albergo rischia di rivelarsi non idonea.

Contro le brutte sorprese è stata adottata, a livello internazionale (ed in Italia, in modo particolare dal Gruppo Fabbricanti), una semplice simbologia che classifica ogni moquette a seconda della sua destinazione finale. Tali simboli rappresentano i risultati dei vari tests cui è stata sottoposta la moquette in esame

Il costo delle moquette è molto vario: è sempre bene acquistare un tipo di buona qualità perchè quelle di scarso valore danno pessimi risultati e si danneggiano facilmente. Decidete per un agugliato se dovete rivestire una zona che si può sporcare con le scarpe In quanto si lava rapidamente e a fondo. l velour ed l bouclè sono adatti per ambienti più protetti e dove si cammina anche scalzi. Ottimi anche In bagno se collocati con posa libera

  

POSA DELLA MOQUETTE: l SIMBOLI DELLA MOQUETTE

 

   MOQUETTE RIPOSO: moquette destinata a locali con minimo traffico

   MOQUETTE SOGGIORNO: moquette destinata a locali dove il passaggio è più accentuato, ma comunque limitato;

   MOQUETTE UFFICIO: moquette destinata a locali con forte traffico (uffici banche, cinema, etc.);

   MOQUETTE SCALE: moquette adatta anche al rivestimento di scale, dove l’usura si concentra in punti ben definiti (spigoli);

   MOQUETTE ROTELLA: moquette destinata a locali di forte traffico, dove ci siano anche sedie a rotelle;

   MOQUETTE ANTISTATICA: moquette che non consente l’accumulo di elettricità statica

   MOQUETTE IGNIFUGA: moquette adatta a locali soggetti ad obbligo di ignifugazione (esposizioni, locali pubblici, etc.).

   MOQUETTE UMIDITA: moquette destinata a locali con presenza di umidità (stanze da bagno, natanti, etc.);

   MOQUETTE RISCALDAMENTO: moquette adatta a pavimentazioni riscaldate a pannelli radianti

 

Prima di applicare la moquette bisogna procedere ad una accurata pulizia del pavimento con acqua e sapone, usando un liquido decerante. Se le fughe delle piastrelle sono particolarmente evidenti ed incavate,si devono riempire, per questo lavoro usate colla per piastrelle o cemento bianco che applicate con la spatola.

POSA DELLA MOQUETTE: PREPARARE IL PAVIMENTO

 

Se è possibile asportate completamente il battiscopa. Lavate ed asciugate perfettamente Il pavimento.

 

Se vi è molta cera usate un decerante per asportarla in quanto potrebbe ostacolare la posa con la colla o con i nastri biadesivi.

 

Se il pavimento è a piastrelle con fessure molto marcate ed avete intenzione di posare un agugliato piuttosto sottile , conviene riempire le fessure con una colla da piastrelle altrimenti gli incavi risulteranno visibili attraverso la moquette.

 

Con matita o gessetto, squadra e riga, riportate sulla moquette le sagome di rientranze o sporgenze diverse dalle pareti.

 

Tagliare bene la moquette è un’operazione fondamentale per la buona riuscita del lavoro.

 

Dopo aver tolto tutti i mobili stendete Il rotolo di moquette sul pavimento e segnate , con riga, squadra ed un gessetto, il profilo della stanza tenendovi sempre un po’ abbondanti.

 

Praticate i tagli con cutter e forbici robuste facendo attenzione e non creare filacce o scaletta di taglio.

 

Tagliate la moquette con il cutter e le forbici , lasciando una certa abbondanza. Quindi presentatela contro la parete e controllate che si adatti perfettamente.

 

Quando una parte è tagliata accostatela alla parete e marcate l’altra estremità della moquette.

 

Se il telo non è sufficientemente largo per coprire tutto il pavimento e dovete accostare due teli , considerate di accavallarli lungo la linea di giunzione per almeno 4 cm e tenete conto di questo quando prendete le misure per i tagli.

 

Per rilevare forme difficili o curve, è utile servirsi di una sesta ad aghi con cui si riporta esattamente la sagoma sulla moquette, per un taglio perfetto.

 

Se nella stanza vi sono elementi architettonici particolarmente sagomatl, potete utilizzare una “sesta ad aghi” che serve per rilevare con esattezza i profili e riportarli sulla moquette.

 

Se i profili da seguire sono estesi e molto sagomati potete, in alternativa, ritagliare dei fogli dicarta e collegarli tra loro con nastro adesivo fino a riprodurre esattamente il profilo e quindi riportarlo sulla moquette e tagliarla.

 

Se optate per la posa libera lasciate una notevole abbondanza nel taglio

POSA DELLA MOQUETTE: POSA CON LA COLLA

 

E’ Il sistema classico, che dà il maggiore affidamento. Utilizzate colla apposita, di tipo a solvente: utilizzando la spatola dentata d’acciaio ( che Impedisce la formazione di bolle d’aria), applicate la colla su una striscia di pavimento della profondità di 80 cm per tutta la larghezza della stanza ( o del telo) .

 

Collocate la moquette arrotolata sopra alla colla In modo che Il suo bordo sia a contatto con la parete( oppure lievemente rialzato) grazie all’abbondanza che avete lasciato.

 

Salite sulla parte di moquette incollata lasciando arrotolata la rimanente parte e applicate altra colla davanti al rotolo.

 

Quindi srotolatela e procedete in questo modo , fino alla parete opposta. Poggiate una tavoletta sulla moquette e battetevi sopra con un mazzuolo, partendo dal centro verso i bordi, In modo da eliminare le bolle d’aria.

 

Se dovete accostare due teli , fate un sormonto di 4 cm .

 

Quando avrete Incollato tutta la moquette tagliate longitudinalmente lungo il sormonto con il cutter ed eliminate i due scarti ( del telo superiore e di quello inferiore) che ne risultano: i due bordi saranno perfettamente a contatto.

 

Rifilate le abbondanze e riapplicate i battiscopa (se Il avevate tolti) .

 

Applicate la colla per moquette sul pavimento, lungo una parete, per una profondità di circa 80 cm. Utilizzate la spatola dentata e fate ampi semicerchi per allargare bene la colla.

 

Se non avete potuto asportare il battiscopa rifilate l’abbondanza della moquette con il cutter, dopo che l’incollaggio ha fatto definitivamente presa.

 

POSA DELLA MOQUETTE: POSA SU NASTRI

 

E’ una posa molto rapida ed adatta in ambienti in cui si prevede di dover sostituire il rivestimento entro un periodo non molto lungo. Si tratta di utilizzare particolari nastri biadesivi molto tenaci, che aderiscono sia al pavimento ‘ che alla moquette.

 

Per questo tipo di applicazione è necessario utilizzare una moquette con sottofondo robusto e poco soggetto a dilatazione a seguito di schiacciamento In quanto , in caso contrario, dopo poco tempo, si formerebbero dei rigonfiamenti e la moquette non risulterebbe più ben stesa.

 

Il lavoro inizia con il taglio della moquette che si effettua con la medesima tecnica illustrata per la posa con la colla.

 

Dopo aver ben pulito e decerato il pavimento, iniziate a collocare una serie di nastri paralleli alla distanza di 50 cm uno dall’altro, da una estremità all’altra della stanza .

 

Collocate nastro biadesivo anche lungo tutto Il perimetro , ben accostato alle pareti (se potete togliete sempre Il battiscopa) e anche nelle aperture delle porte. Ripetete la medesima operazione perpendicolarmente In modo da ottenere quadrelll di nastro biadesivo di 50 x 50 cm.

POSA DELLA MOQUETTE: SROTOLAMENTO E POSA

 

Togliete Il rivestimento protettivo al nastri biadesivi In modo da mettere a nudo la parte superiore, anch’essa dotata di adesivo.

 

Facendovi aiutare da un’altra persona trasportate la moquette, arrotolata , nella stanza e , camminando attentamente negli spazi tra l nastri cominciate a collocarla lungo una parete della stanza. Srotolate attentamente e lentamente la moquette, In quanto un errore di posizionamento non è facilmente oviabile data la grande tenacia dei nastri biadesivi.

 

Continuate a srotolare tutta la moquette fino a raggiungere la parete opposta.

 

Se dovete utilizzare due teli accostati fate in modo che la linea di giunzione cada esattamente su un nastro biadesivo che avrete preventivamente collocato In posizione opportuna. Per essere sicuri che l’adesione ai nastri biadesivi sia perfetta , conviene battere sopra alla moquette con un mazzuolo ,dopo avervi poggiato un listello piatto. Battete accuratamente anche lungo il perimetro. Se avete tolto il battiscopa rimettetelo, premendo bene sulla moquette in modo da realizzare un bloccaggio aggiuntivo. Lungo le aperture delle porte il passaggio delle persone può causare il distacco della moquette. Per questo motivo dovete collocare una striscia metallica ferma moquette .

 

In commercio ve ne sono vari tipi: alcuni sono dotati di uno speciale adesivo che le blocca al pavimento, ma è più sicuro utilizzare quelli dotati di fori per Il bloccaggio a pavimento con tasselli. Dopo aver poggiato la striscia metallica In posizione, sulla moquette, con un cacciavite segnate, attraverso l fori, i punti da forare sul pavimento .

 

Per fare i fori utilizzate una punta da muro del diametro da 6 mm ed impostate la “percussione” sul trapano. Dopo la foratura eliminate la polvere con l’aspiratore e Inserite la parte in plastica dei tasselli. Rimettete In posizione la striscia metallica, inserite le viti nei tasselli ed avvitate, bloccando la striscia e la moquette.

 

La moquette deve essere bloccata saldamente in corrispondenza delle porte per mezzo di lamine metalliche speciali che si fissano con tasselli.

 

Se è necessario accostare due teli, bisogna prevedere il posizionamento di un nastro biadesivo esattamente lungo la giunzione.

 

Battete con un listello ed un mazzuolo sopra i nastri in modo da favorire una salda adesione della moquette.

 

POSA DELLA MOQUETTE: POSA LIBERA

 

Per ” posa libera” si intende, semplicemente, stendere una moquette come se fosse un tappeto, senza alcun sistema di incollaggìo o ancoraggio. E’ utile , soprattutto, in quegli ambienti in cui sia possibile un rapido deterioramento della copertura o vi sia l’esigenza di una frequente sostituzione per altri motivi. Si usa la posa libera in bagno, negli ingressii, oppure su pavimentazioni irregolari su cui non conviene procedere ad un fissaggio, oppure su pavimenti di grande pregio che non conviene trattare con adesivi o nastri.

 

Per la posa libera è necessario impiegare particolari tipi di battiscopa , appositamente sagomati per ricevere la moquette e bloccarla saldamnte lungo il perimetro. Per questo motivo, durante il taglio, dovrete lasciare un’abbondanza di 3-4 cm lungo tuttri bordi. Questa abbondanza risale lungo le pareti ed è saldamente bloccata dai battiscopa.

 

Per adottare la posa libera è necessario utilizzare particolari battiscopa che diano la possibilità di bloccare la moquette lungo il perimetro. Il battiscopa originale , se non è adatto, deve essere tolto. Esistono battiscopa in legno ,in varie tonalità e in materiali sintetici, colorati o a imitazione del marmo ecc. L’applicazione si effettua con chiodini d’acciaio o con piccoli tasselli ad espansione.

 

La moquette viene fatta risalire lungo la parete in modo da potar essere bloccata saldamente con il battiscopa fissato con chiodini d’acciaio.

 

In alternativa ai battiscopa di bloccaggio possono essere utilizzate lamine dentate cui si aggancia la moquette. Le lamine si collocano lungo le pareti con tasselli a pavimento

POSA DELLA MOQUETTE: LA MOQUETTE A QUADRELLE

 

Una soluzione molto vantaggiosa consiste nell’utilizzare la moquette a quadrelle. E’ venduta in dimensioni e tipi molto diversi: si va dai30 x 30 cm ai50 x 50 cm, in agugliato, bouclè e velour.

 

La moquette a quadrelle permette di realizzare una copertura con molta semplicità, che può essere interrotta e ripresa successivamente ed è ideale negli ambienti in cui il perimetro è molto sagomato ed impone molti tagli.

 

Inoltre è possibile alternare piastrelle di colori e tonalità diversi per creare particolari ambientazioni. La tecnica di posa è semplice da apprendere e da adottare.

 

Tracciate due linee perpendicolari che. si incrociano al centro della stanza. Curate la precisione di questa tracciatura perchè da essa dipende il risultato finale. A partire da un angolo formato dall’incrocio delle linee , applicate colla per moquette con la spatola dentata (che evita la formazione di bolle d’aria) e collocate la prima quadrella.

 

Proseguite nel lavoro piazzando quadrelle nei rimanenti tre angoli. Quindi, sempre accostando quadrelle a quelle già posate ed alle righe tracciate sul pavimento, allargatevi dal centro verso i bordi. Curate con attenzione gli accostamenti tra quadrelle, premendo bene i bordi uno contro l’altro . Poi battete sulla moquette poggiandovi una tavoletta che colpite con un mazzuolo.

 

La posa di quadrelle viene molto facilitata se si tracciano due linee perpendicolari che sì incrociano al centro del pavimento. Le quadrelle si applicano con la colla a partire dall’incrocio e si prosegue verso le pareti.

 

Quando la distanza tra l’ultima riga di quadrelle e la parete è inferiore alla larghezza di una quadrella, dovete tracciare e tagliare quelle da posare. Per farlo poggiate una quadrella sopra l’ultima che avete Incollato e spingetela verso la parete. Sopra a questa poggiatene una terza esattamente sopra a quella Incollata. Quindi tracciate la.parte di quadrelle Intermedia che sporge e tagliatela con il cutter. Poi incollatela.